Cerec Sirona

Sirona è il più grande produttore al mondo di tecnologia dentale ed è senza ombra di dubbio leader nell’innovazione in odontoiatria. L’azienda sviluppa, produce e commercializza una linea completa di prodotti dentali, tra cui, sistemi di restauro CAD/CAM (CEREC), sistemi digitali intraorali, panoramici e 3D, riuniti, manipoli e sistemi d’igiene.
Studi e laboratori beneficiano quotidianamente dei nostri 30 anni di esperienza nel settore CAD/CAM: dalle impronte digitali alla progettazione e produzione di restauri completi, dalle guide chirurgiche agli apparecchi protesici, dall’implantologia all’ortodonzia. Sirona produce la migliore tecnologia standardizzata con un flusso di lavoro digitale facile e lineare. Questo rende la trasmissione di dati e informazioni tra studio e laboratorio più facile e veloce.
I restauri in ceramica integrale realizzati con il sistema CAD/CAM Sirona hanno dimostrato la loro validità milioni di volte nella clinica pratica. Per soddisfare gli standard più elevati in termini di qualità e duttilità siamo impegnati continuamente nello sviluppo di nuovi materiali e accessori ad alte prestazioni fatto su misura per il  nostro software di progettazione e le nostre unità di molaggio CEREC e inLab.
  • Materiali ad alte prestazioni che soddisfano i più elevati standard in termini di lavorazione e precisione
  • Parametri di lavorazione specifici
  • Compatibilità illimitata con le unità di molaggio Sirona
  • Selezione del materiale direttamente dal software inLab e CEREC
  • I materiali sono ottimamente compatibili con il processo di fresatura per restauri di alta qualità

Ortodonzia Linguale

L’Ortodonzia Invisibile non utilizza le classiche apparecchiature costituite da brackets in metallo o ceramica, bensì sottili fili metallici applicati sulla superficie interna dei denti (linguale), rivolta alla lingua, dove sono totalmente invisibili. L’apparecchio linguale può essere applicato a qualsiasi età, l’età del paziente non ha influenza sullo spostamento dentale e gli apparecchi ortodontici permettono di allineare i denti ad una velocità eccezionale con ridotto numero di appuntamenti e minore tempo di trattamento.

Apnee e Russamento

Russi o il tuo partner dice che russi?
Ti senti stanco alla mattina o con mal di testa al risveglio?
Sei in sovrappeso?
Ti svegli di notte con sensazione di soffocamento?

L’apnea notturna può portare a gravi problemi di salute:
affaticamento, depressione, problemi di concentrazione, perdita di memoria, impotenza, ipertensione, incidenti cerebrovascolari…riducendo l’aspettativa di vita di chi è affetto da questa patologia.
OrthoApnea è un dispositivo intraorale brevettato, indicato nel trattamento del russamento e dell’Apnea notturna Ostruttiva. Il dispositivo agisce causando un avanzamento controllato della mandibola durante la notte, per facilitare il flusso dell’aria ed eliminare il russamento e le apnee notturne.

Come funziona il dispositivo?

Il dispositivo OrthoApnea è un dispositivo anatomico individuale costruito su misura su ogni singolo paziente, adattandosi alla sua bocca, in modo da non causare fastidi o impedimenti.

Attraverso le impronte e la registrazione della posizione terapeutica prese dal suo dentista, fabbricheremo un dispositivo completamente personalizzato alle sue esigenze.

OrthoApnea consente la totale libertà di movimento mandibolare: apertura, lateralità e avanzamento, così come permette di bere quando indossi il suo dispositivo.

Combattere l’apnea Notturna non è mai stato così semplice.

Un elevato numero di ricerche cliniche hanno dimostrato l’efficacia.

94% Dei pazienti tollera il dispositivo senza problemi

91% Dei pazienti usa il dispositivo tutta la notte

90% Dei pazienti migliora l’indice di Apnea-Ipopnea (AHI)

89% Dei pazienti curati migliora l’indice (IAI) a meno di 10

Laser

Gli sviluppi della medicina moderna sono orientati all’applicazione di trattamenti sempre meno invasivi per il paziente, mantenendo inalterata l’efficacia dell’intervento o addirittura migliorandola. Tra questi spicca il trattamento con il laser, in particolar modo in ambito odontoiatrico.
Tra i trattamenti odontoiatrici possibili con l’utilizzo del laser c’è la cura della parodontite, comunemente nota anche con il termine piorrea, patologia infiammatoria e degenerativa che se non curata, porta alla distruzione dei tessuti che circondano i denti e successivamente alla perdita di questi ultimi. “ll laser – spiega il dottor Valerio Partipilo, neoconsigliere dell’Accademia internazionale di odontoiatria laser (AIOLA) – è una radiazione luminosa amplificata. I vari tipi si differenziano in base alle diverse lunghezze d’onda e per queste caratteristiche possono interagire con i vari tessuti. Distinguiamo due grandi categorie laser per utilizzo nei tessuti duri, tipo smalto e osso, e laser per i tessuti molli quali le gengive e le mucose. Il laser Neodimio può distruggere i germi accumulati sui denti e nelle tasche ciò, permette il suo utilizzo nel curettage a cielo chiuso, cioè senza intervento, una procedura questa veloce e senza dolore e con una rapida guarigione”.

 

Numerose ricerche* dimostrano che il trattamento con il laser non solo favorisce la guarigione dalle patologie parodontali, ma permette anche la risagomazione delle gengive, con una modalità non invasiva e indolore per il paziente, spesso sostituendosi all’intervento chirurgico. Presso il nostro studio viene utilizzato il laser sia Neodimio, per patologie parodontali, che Diodo, prettamente chirurgico. Il programma di trattamento solitamente prevede una seduta di ablazione del tartaro (comunemente nota come igiene dentale), completata da scaling e curettage a cielo chiuso, ovvero levigature radicolari. Una volta rimosso il tartaro e quindi pulita l’area parodontale si può procedere con le sedute laser (il numero di sedute e l’estensione delle stesse varia a seconda dei casi), attraverso le quali si pratica una sterilizzazione delle tasche parodontali impedendone la progressione. Con questo piano di cure si va a sostituire in toto il trattamento chirurgico noto come “curettage a cielo aperto”, decisamente invasivo e doloroso per il paziente, non solo nel corso della seduta, ma anche nei giorni post-intervento.

 

Studi scientifici* dimostrano che la continuità del trattamento parodontale laser assistito porta non solo alla guarigione dei tessuti, ma stimola l’attivazione degli osteoblasti in sede, determinando la crescita dell’osso.

Studi a dimostrazione dell'efficacia del laser

1. Stein A, Benayahu D, Maltz L, Oron U. Low-level laser irradiation promotes proliferation and differentiation of human osteoblasts in vitro. Photomed Laser Surg 2005;23(2):161-6.

2. Moritz A, Gutknecht N, Doertbudak O. Bacterial reduction in periodontal pockets through irradiation with a diode laser: a pilot study. J Clin Laser Med Surg 1997;15(1):33-7.

3. Neiburger EJ. The effect of low-power lasers on intraoral wound healing. NY State Dent J 1995;61(3):40-3.

4. Karu TI, Kalendo GS, Ketokhov VS, Lobko VV. Biostimulation of HeLa cells by low intensity visible light. II Stimulation of DNA and RNA synthesis in a wide spectral range. Ikvantovaya Elektronika 1983;10: 1138-1144.

5. Ozawa Y, Shimizu N, KariyaG, Abiko Y. Low-energy laser irradiation stimulates bone nodule formation at early stages of cell culture in rat calvarial cells. Bone 1998;22:347-54.

6. Passarella S, Casamassima E, Molinari S, Pastore D, Quagliariello E, Catalano IM, Cingolani A. Increase of proton electrochemical potential and ATP synthesis in rat liver mitochondria irradiated in vitro by helium-neon-laser. FEBS Letters 1984;175:95-99.

7. Van Breughel HH, Bar PR. Power density and
exposure time of He-Ne laser irradiation are more important than total Energy dose in photo-biomodulation of human fibroblasto in vitro. Lasers Surg Med 1992; 12(5):528-527.

8. Matsuzaka K, Ohta K, Takahashi K, Miyake N, Hattori M, Muramatsu T, Sato T, Oda Y, Shimono M, Ishikawa T. Effect of a diode laser on cell proliferation, alkaline phosphatase activity, and osteopontin mRNA expression in proliferating and in differentiating osteoblastic cells. Biomedical Research 2004;25(4):165-170.

1. Katagiri T, Yoshimura Y, Takeshima H, Suda T, Tanaka H, Omura S. Transforming growth factor-ßmodulates proliferation and differentiation of mouse clonal osteoblastic MC3T3-E1 cells depending on their maturation stages. Bone Mineral 1990;11:285-293.

2. Owen TA, Aronow M, Shalhoub V, Barone LM, Wilming L, Tassinari MS, Kennedy MB, Pockwinse S, Lian JB, Stein GS. Progressive development of the rat osteoblast phenotype in vitro: reciprocal relationships in expression of genes associated with osteoblast proliferation and differentiation during formation of the bone extracellular matrix. J Cell Physiol 1990;143(3):420-30.

3. Martinasso G., Mozzati M., Pol R., Canuto R. A., Muzio G. Effetto della radiazione laser superpulsata sulla formazione di osso in osteoblasti umani – Department of Medicine and Experimental Oncology Turin University, Turin, Italy – 2011